ArcadiA Club
ArcadiA Club


AAC FORUM     AAC News     AAC Box    



Home Page   Home Page
articoli.htm   Articoli - FORUM sezione  Vai al FORUM
 
Username:
Password:
Iscriviti!  |  Recupero password



Iscriviti GRATIS, potrai navigare senza questa
fascia e accedere a contenuti esclusivi:

    E-Mail:

Password:



 
AAC News       Indice generale       Pubblicare un articolo
   
Sulle strade del Salento

 


 
Articolo letto: 6892 volte

News > Viaggiare

Sulle strade del Salento



Viaggiando su una delle lunghe strade che attraversano il Salento l'occhio si ferma su una scritta anomala, uno spray nero su un cartello stradale che recita "Salento is not Puglia".

Il turista che quest'anno più degli altri ha affollato le coste soleggiate bagnate dal mare trasparente si domanda perché. Perché rinnegare le proprie radici, perché poi scrivere in inglese lasciando che questo sentimento sorprenda e coinvolga anche chi non sa leggere l'italiano?

E allora il turista si lascia coinvolgere ed ecco che informandosi qua e là, spulciando libri di storia e manuali di linguistica, si accorge che quel "not" non si ribella contro le proprie origini ma fa emergere una storia che nessuno ha mai raccontato agli italiani e tantomeno agli stranieri. Una storia che ci parla di due Puglie dominate da popoli diversi, con quell'orma lasciata dai greci che è possibile trovare ancora oggi nella Grecía Salentina, di due lingue che appartengono a gruppi differenti, dialetto meridionale l'uno dialetto meridionale estremo l'altro.

E allora al turista viene in mente che, in effetti, quando quei salentini così festosi e ospitali chiacchierano in spiaggia o ti invitano a partecipare alla "sagra della frisella" sembrano forse siciliani ma per nulla baresi. E allora ecco perché si arrabbiano quando Diego Abatantuono parla con accento della Puglia settentrionale nella serie televisiva "Il giudice Mastrangelo" ambientato a Lecce. E allora ecco perché si meravigliano che Enrico Brignano, nella sua meravigliosa ricapitolazione dei dialetti italiani, si sia fermato al barese ignorando quello salentino.

Quella del Salento è la storia di una Puglia che si guarda allo specchio e non si riconosce, di una terra che ha nascosto la propria identità sotto un vestito troppo stretto per due popoli così diversi e che ora la sta riaffermando a partire dal dialetto, con la musica, la poesia, le commedie teatrali.

E il turista, dopo le città, gli ulivi sparsi per le campagne e il ricordo delle onde che scivolano sul suo corpo alle nove della sera, quando in spiaggia sono rimaste ormai poche famiglie a chiacchierare con l'ombrellone ancora aperto nonostante si vedano solo le luci confuse della strada, torna a casa con una esperienza in più: quella di aver visto dentro gli occhi dei salentini ed essersi fatto raccontare una storia che non conosceva.


Commenti (1)

 

16
SET
14:46
 













Scritto da:
valentina_c
 

 

 



Dì la tua: cosa ne pensi?
Esponi il tuo punto di vista e condividilo con migliaia di persone

Oggetto nuova discussione:


Testo del messaggio:

E-Mail:

Quanto fa più dieci:




 





^ TOP  
Linkaci | Segnala errore | Invita | Stampa


pubblicità | privacy | visione | diritti | ufficio stampa | donazioni | scrivici
© 1999-2021 - P.IVA 02284690035 - Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietà di ArcadiA Club.

Powered by:
Spazi pubblicitari di alto livello
 

Compra in un click! | Cerca prodotti in offerta: